“A Londra i soldi entrano ed escono come fossero acqua”

Quando sei venuto/a  a Londra/Regno Unito?

Abbiamo ora un sito interamente dedicato al lavoro a Londra e Regno Unito con migliaia di offerte di lavoro e centinaia di articoli. VISITALO QUI

Alla fine del 2015

Come hai cercato una sistemazione fissa e hai avuto problemi?

Si e no, ho sventato alcuni problemi, ci sono tante trappole e truffe se non si tengono gli occhi aperti

Come hai cercato lavoro?

Con internet

 

Quanto tempthameso ci hai messo a trovare il tuo primo lavoro?

2 settimane

Quale e’ stato il tuo primo lavoro? E che lavoro stai facendo adesso?

customer service ora lavoro in HR

Che tipo di esperienza di lavoro o titoli di studio avevi all’arrivo?

una laurea in psicologia aziendale, 3 anni di esperienza di lavoro nell’ufficio personale

Foto: © Copyright Stephen McKay and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Come era il tuo inglese scritto e parlato al tuo arrivo?

Abbastanza buono ma mai buono abbastanza per lavorare qua, in Italia sopravvalutiamo molto il nostro inglese

Come definiresti la tua esperienza a Londra/Regno Unito fino ad ora? E per quali motivi?

Buona almeno come esperienza, certo ci sono anche problemi. In Italia lavoravo e anche se mi sentivo un po’ claustofobica potevo permettermi di piu’ vivendo in provincia di Padova. A Londra i soldi entrano ed escono come fossero acqua. Devo prendere la cosa come un’esperienza che comunque volevo fare, ma penso che in generale la mia qualità di vita si sia abbassata. Si, certo ho la possibilità di fare cose che in Italia non facevo ma in Italia avevo un appartamento in affitto solo mio, la macchina, andavo a sciare o al mare, qui anche una gita di un giorno a Brighton costa un occhio della testa

Consiglieresti ad altri di partire per Londra/Regno Unito e per quali motivi?

Solo a chi vuole fare un’esperienza diversa e vivere in una delle metropoli più importanti al mondo. Va bene anche al ventenne che vuol migliorare l’inglese e viene a fare il cameriere. Lo sconsiglio al disoccupato che non trova lavoro in Italia o al trentenne che viene a fare il cameriere. Lo consiglio al professionista che lavora in Italia e vuole allargare gli orizzonti. Ora con il Brexit ci penserei almeno quattordici volte prima di venire, l’economia comincia a rallentarsi e penso che tra qualche anno sarà un disastro completo.

Potresti dare due consigli utili a chi deve ancora partire?

Venite solo se siete molto giovani e volete fare un’esperienza o se Londra vi offre un lavoro che paga bene. Non per fare del classismo inutile, ma le cose stanno a questo modo. Tanti che conoscono si lamentano che non guadagnano abbastanza e che fanno un lavoro odioso. Non posso permettermi un appartamento da sola e sono venuta con esperienza e il passaggio diretto, immaginatevi come vivono coloro che fanno i camerieri.

Puoi anche tu compilare questo modulo

Queste sono risposte al nostro sondaggio e non necessariamente sottoscriviamo a ciò che viene detto, pubblichiamo le risposte per dover di cronaca e per dare la parola a tutti

Se vuoi anche tu un lavoro a Londra o nel Regno Unito, leggi qui