Il carnevale di Notting Hill 2017


carnevale di Notting Hill
Durante il carnevale a Notting Hill

Il carnevale di Notting Hill é senza dubbio una delle piú importanti attrazioni turistiche di Londra. È anche il simbolo, in un certo senso, della Londra multiculturale dei nostri giorni e dei problemi e pregiudizi incontrati per diventarla.

Il carnevale di Notting Hill nel 2017 si tiene il 27 e 28 agosto dalle 10 del mattino fino alle 20:30.  Domenica 28 agosto, come ora tradizione, la giornata è indirizzata particolarmente alle famiglie e ai bambini. 
Libro gratuito per migliorare la grammatica inglese, scaricalo qui sotto

10 Rules for Achieving English Fluency: Learn how to successfully learn English as a foreign language

Foto: Credit Anthea Sieveking , Wellcome Images
London scenes; Notting Hill carnival
Photograph

Giornata dei bambini  28 agosto dalle 10 alle 20: 30

Una parata creata per i bambini, con tanti costumi nella sfilata. Potrete vedere musicisti e spettacoli al   “World Music Stage” a Powis Square. Ci saranno tanti tipi di musica ma soprattutto tanto calypso, la musica tradizionae del carnevale.  Per tutta la giornata, in quasi angolo si possono trovare diversi cibi caraibici, bevande e tanto altro!

Lunedi 29 agosto Sfilata e  Gran Finale del Carnevale di Notting Hill dalle 10 alle 20:30

Il gran finale include  60 gruppi  in magnifici costumi di ballo che danzano ai ritmi scatenanti  dei 38 sistemi audio. Come sempre non mancheranno cibi e bevande caraibici e tante altre cose da vedere. [irp]

Breve storia del Carnevale di Notting Hill

L’origine del carnevale risale al 1833 nell’isola di Trinidad quando, abolita la schiavitú, la popolazione nera cominció a festeggiare la nuova libertá con una festa notturna chiamata Camboulay dal francese cannes brulées. In passato agli schiavi non era permesso festeggiare il Mardi Gras e in parte questo era una ricreazione del carnevale dei bianchi con l’aggiunta di musica e tradizioni afro-caraibiche.


Anche a Trinidad la vita del carnevale fu molto travagliata, addirittura polizia paramilitare fu spedita dalla Gran Bretagna per combattere questa festa e di conseguenza ci furono rivolte e battaglie. La polizia perse e da allora il carnevale di Trinidad divenne una festa accettata.

Cambiando continente e periodo , arrivando negli anni ’50 in Gran Bretagna durante l’apice dell’immigrazione dai Caraibi, molte persone di Trinidad sentirono l’esigenza di continuare a celebrare il loro carnevale.

 

carnevale di Notting Hill
Al carnevale di Notting Hill

Nel 1958 ci fu una seria rivolta razziale nella zona di Notting Hill, la rivolta durò un paio di settimane con la vittoria degli afrocaraibici contro i Teddy Boys.  Da questo episodio nacque il desiderio di rafforzare la propria identità celebrando il carnevale.

Foto: © Copyright David Hawgood and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Una certa Claudia Jones, originaria di Trinidad, editrice del giornale per gli afro caraibici del tempo, decise che il carnevale non solo sarebbe stato un ottimo modo per celebrare la propria cultura e mostrarla agli europei, ma anche come  sfida ai razzisti.[irp]

Il primo carnevale si svolse alla St Pancras Town Hall nel 1958. Negli anni seguenti il carnevale fu celebrato in diversi locali nella zona di Notting hill. Notting Hill era in quei anni praticamente uno slum, ovvero una zona di case fatiscenti e il primo punto di arrivo per molti immigrati non solo dai Caraibi. Non l’area trendy dei nostri giorni. La musica del carnevale di quei tempi era soca e calipso, il reggae arrivò solo negli anni ’70.

Il carnevale continuò ad ingrandirsi ma c’erano molti problemi, il primo erano gli attacchi razzisti culminati con un altra rivolta nel 1976. La violenza continuava ad alimentare i pregiudizi di tanti benpensanti, gli abitanti della zona e certa stampa che si lamentavano del rumore, confusione e possibile violenza.

La polizia pure si lamentava del lavoro straordinario, i costi e ancora una volta la violenza e gli arresti. La polizia inoltre rese le cose difficili per il carnevale restringendo la zona permessa, ma aumentando il rischio di affollamento con tutti i problemi che ciò comporta.

In diversi momenti durante gli anni ’70 e ’80 sembrò che il carnevale non potesse continuare. Invece divenne sempre più importante, soprattutto con la diffusione del reggae.

Ora contribuisce ben £100 milioni di sterline all’economia londinese, e i pregiudizi impallidiscono sempre davanti ai soldi.

Ma continuano le polemiche con l’idea di includere Hyde Park e indubbiamente il pericolo terrorismo è un altro problema che gli organizzatori devono affrontare sia dal punto di vista del rischio sia perchè è un altra arma in mano a coloro che ancora non lo hanno accettato.

Ora potete ascoltare hip hop, reggae, rap, house, R&B quasi tutto, tranne la musica tradizionale di Trinidad e del carnevale.