Prospettive di lavoro per gli italiani a Londra

planeUltimamente trovare lavoro a Londra non é così facile come lo era una decina di anni fa. Prima con l’ingradimento dell’Europa comunitaria abbiamo visto una vera propria invasione di persone dall’est europeo. Seguito da una recessione e poi l’arrivo di una massa di persone dal sud Europa. Anche se l’economia si è ripresa, anche se ora si sta vedendo un rallentamento, il numero di persone che cercano lavoro significa che la competizione è sempre altissima. Se si parla di persone specializzata e con esperienza le possibilità sono sempre tante. Ma per chi viene senza esperienza e con inglese scarso, la permanenza è spesso deludente. Anche farsi le osse funziona quasi soltanto in verticale, ovvero partite dal basso in un determinato settore e poi salite in quel  settore.  Farsi due o tre anni di ristorazione mentre si impara l’inglese e poi cercare di passare nella finanza, marketing o altro senza avere esperienza solida risulta molto difficile. Non impossibile ma difficile.


Vuoi migliorare il tuo inglese? trova consigli libri e corsi gratuiti e altre risorse a basso costoScopri come migliorare il tuo inglese

Prima di tutto ricordatevi che essendo all’interno dell’Unione Europea, avete praticamente gli stessi diritti di lavoro e residenza di un cittadino britannico ma siete sempre all’estero. Per estero intendo principalmente che si parla un altra lingua, sia per quanto riguarda il lavoro che per le altre cose la prima cosa da fare é imparare la lingua. Senza un ottimo inglese sarete sempre svantaggiati in partenza, anche se avete 10 lauree. Dico cosí perché come tutti ho incontrato decine di italiani che dopo tanti anni parlano ancora (e spesso anche scrivono) un inglese estremamente elementare e purtroppo sono pure i primi a lamentarsi della mancanza di prospettive.[irp]

Foto via Wikipedia

Una volta all’estero é facile ghettizzarsi, specialmente a Londra dove di italiani ne vivono tantissimi, si puó vivere per anni senza parlare molto inglese. Quindi é fondamentale fare uno sforzo iniziale e cercare di uscire dai soliti giri italiani e conoscere persone di altre nazionalitá. In poche parole se non conoscete la lingua non potete lamentarvi, anche perché continuare a lamentarsi in italiano nel proprio giro non é molto costruttivo. A parte i ristoranti italiani, che per uno che  desidera migliorare l’inglese sono assolutamente da evitare,  ci sono molti altri posti di lavoro dove un italiano puó facilmente infilarsi. Ci sono i pub, gli hotel, i supermercati, i negozi,  l’assistenza clienti e altri callcentre. La maggioranza delle aziende in UK operano una politica di promozione interna. Persino da McDonalds si puó iniziare come pulisci tavolo e nel giro di un anno o due diventare manager. Le qualifiche contano meno dell’esperienza e dimostrare di avere iniziativa a e voglia di lavorare.

[useful_banner_manager banners=1,2,4,5 count=1]

Ricordatevi sempre che il mondo del lavoro londinese é estremamente dinamico, in posti come McDonalds o un pub medio hanno un turnover del 100% del personale ogni 4-6 mesi. Anche in posti di lavoro ritenuti piú “seri” la durata media di una persona prima della recessione erano  due anni. Tutti sono alla costante ricerca di piú soldi, maggiore status, vicinanza a casa o quello che vuoi. In teoria anche avere la costanza di rimanere in un posto di lavoro dovrebbe darvi dei vantaggi (non é difficile qui essere la persona piú “anziana” dell’azienda dopo solo 5 anni). Il vantaggio di rimanere é spesso quello di imparare il mestiere, fare un pó di esperienza e poi via dove pagano di piú. Ci sono inoltre settori che hanno sempre  mancanza di personale, questi vanno dai dottori ai geologi,  dagli autisti di bus agli assistenti domiciliari.

Una quindicina di anni fa  una societá di autobus londinese andó in Francia a cercare personale e a quanto pare c’è ne una che importa direttamente autisti dalla Polonia.  Agenzie fanno colloqui in Italia, Spagna e Portogallo per prendersi infermieri.  Un’ altra cosa che si nota subito é che tanta gente studia continuamente. Che sia una laurea, un master, un corso come web designer ma tantissime persone frequentano corsi part-time e serali con l’obiettivo di cambiare carriera o migliorarsi. Infatti non mancano certo le opportunitá di iscriversi a corsi di tutti i tipi e di progredire mentre si lavora di giorno.  Aprire la propria societá o mettersi in proprio é inoltre molto facile e poco burocratico. Inoltre ogni council e anche le banche offrono consulenza e prestiti a chi vuole mettersi in proprio.[irp]

In poche parole ci sono tutte le opportunitá che volete, ovviamente ci vuole la volontá di farlo, soprattutto agli inizi quando la normale pigrizia ci puó limitare gli obiettivi facendoci stare in un giro esclusivamente italiano. Bisogna anche arrivare con le idee chiare, venire a Londra o nel Regno Unito allo sbaraglio, raramente funziona se il vostro sogno non è lavorare nella ristorazione o la vendita al dettaglio. Se volete lavorare in altri settori dovrete avere un piano d’azione.  Ricordatevi che per causa della situazione del lavoro o altri motivi, ci sono italiani anche laureati che ancora dopo anni fanno un lavoro in qualche coffee shop o ristorante prendendo ancora la minimum wage o poco più. Londra non è sempre il paradiso per tutti, molti tipi di lavoro sono pagati molto poco ed è possibile rimanerci bloccati a lungo, senza vedere una via di uscita. Londra offre molto ma bisogna essere decisi dal primo giorno, la competizione non manca e vi farà certamente sudare.