Cose che non sapete sul Savoy Hotel a Londra

Fin dall’inizio il Savoy Hotel a Londra aveva tutti i comfort del tempo: elettricità, acqua corrente e calda, ascensori e camere con bagno.

Il noto hotel si trova su terreno dato dal re Enrico III a Peter, conte di Savoy nel lontano 1264. Quest’ultimo apparteneva alla stessa Casa di Savoia dei re d’Italia

The Savoy Cocktail Book

Savoy Court appena fuori l’hotel è uno dei pochi  posti nel Regno Unito dove bisogna guidare a destra e non a sinistra. Il motivo è che il Savoy Theatre si trova a destra dell’hotel e i taxi possono passare dal hotel al teatro senza  girare.

Durante la Seconda Guerra Mondiale il Savoy aveva probabilmente tra i rifugi anti-bombe tra i migliori di Londra. Winston Churchill spesso portava qui il suo governo.

Ci sono ancora 263 stanze con bagno ma dal 2005 il Savoy appartiene al Fairmount Hotels e non al Savoy Group come un tempo

Curiosità del Savoy Hotel a Londra

L’hotel fu aperto nel 1889 per ospitare i turisti americani che venivano a vedere le operette al Savoy Theatre, un’altro pezzo fu aggiunto nel 1903-4

Il principe egiziano Fahmy Bey fu ucciso al Savoy Hotel di Londra nel 1923 dalla moglie francese. Non fu mai condannata perché al processo fu rivelato che il marito era crudele nei confronti della moglie e aveva minacciato di ucciderla.

Enrico Caruso cantò al Savoy Hotel a Londra e Fred Astaire ballò nel 1923

Il Savoy anche oggi ospita uno dei migliori ristoranti di hotel di Londra, chiamato The Grill Room

Di fianco all’hotel si trova Carting Lane dove una lampada (ora potete vedere una replica) si dice fosse  alimentata dai gas che provenivano dalla fogna. Si dice quindi che gli ospiti del Savoy fecero illuminare le lampade.  In effetti questo era solo vero in parte, la maggioranza del gas veniva dalla tubatura del gas e non dalla fogna.

Il primo manager del Savoy Hotel a Londra fu Cesar Ritz e il primo cuoco Auguste Escoffier, famoso per aver inventato il Pêche Melba in onore della cantante lirica Nellie Melba